Madonna_quadro
Gerusalemme

A TUTTI I CREDENTI NELLA PROMESSA FATTA AD ABRAMO “NOSTRO PADRE NELLA FEDE” E
A TUTTI GLI “OPERATORI DI PACE”: LETTERA D’INVITO A QUARANTA GIORNI DI PREGHIERA,
DIGIUNO E INIZIATIVE PER LA PACE IN MEDIORIENTE E NEL MONDO

DAL 23 GIUGNO AL 2 AGOSTO 2017


Cari amici,

l’Associazione Sposa di Sion, sorta dodici anni fa nella diocesi di Milano, promuove percorsi di crescita
spirituale e servizio umanitario in sintonia con i valori e le iniziative della Chiesa Cattolica.

In modo particolare, opera per il conseguimento della pace nella regione mediorientale e nelle nazioni
gravate da situazioni di conflitto.

Le devastanti guerre nel Medioriente, il continuo aumento di popoli e nazioni coinvolti in conflitti armati nei
cinque continenti, la crescita delle spese militari nel mondo e la proliferazione delle armi di distruzione di
massa, stanno spingendo l’umanità, un passo dopo l’altro, verso l’Olocausto di una terza guerra mondiale,
combattuta, per ora, come afferma papa Francesco,“a pezzetti e capitoli”.

Siamo consapevoli che le cause di questi conflitti vanno ricercate nella sete di profitto dei gruppi di potere
che determinano le politiche aggressive degli Stati, nelle ingiustizie e negli abusi eretti a sistema,
nell’idolatria del denaro e nel disprezzo del valore della dignità umana. Perciò, con papa Francesco,
diciamo: «No a un’economia dell’esclusione. No alla nuova idolatria del denaro. No ad un denaro che
governa invece di servire. No all’inequità che genera violenza»!

Siamo anche consapevoli di come, all’origine di queste ingiustizie e di queste violenze, vi sia la presenza di
“oscure forze spirituali” che solo la forza della preghiera, fatta con fede, e dell’amore può fermare. Su ciò si
fonda il “piano spirituale di pace” per il Medioriente e per il mondo intero che vi invitiamo a sostenere.

Dio promise ad Abramo, nostro padre nella fede, una discendenza numerosa come le “stelle del cielo” e la
“sabbia del mare” e che, in lui, avrebbe benedetto tutte le famiglie della terra.

A tutti i credenti in questa Promessa e a quanti desiderano la pace, a qualsiasi lingua, popolo, nazione e
religione appartengano, chiediamo, in questi Quaranta Giorni, di unirsi in preghiera nelle proprie case e nei
rispettivi luoghi di culto per implorare dal Dio Unico, Clemente e Misericordioso, il grande dono della pace
per il Medioriente e per il mondo intero.

In piena libertà, ognuno può anche valutare quali forme di astinenza e digiuno adottare in questi giorni per
dare maggiore forza al proprio impegno di preghiera.

A questa iniziativa, lo scorso anno, ha aderito anche il Patriarcato Latino di Gerusalemme, dando la propria
approvazione e sostegno. In allegato trovate il testo della Preghiera di Consacrazione dei Figli di Abramo e
delle Terre e Nazioni Mediorientali recitato il 3 aprile 2016 a Gerusalemme nella basilica del Getsemani.
Può essere utilizzato come base di preghiera per questi Quaranta Giorni.

Vi salutiamo cordialmente ed invitiamo a diffondere questa iniziativa di pace a livello modiale.

Un saluto di pace!

p. Associazione Sposa di Sion
il presidente
Angelo Ansalone



LE INIZIATIVE PER LA PACE

Gruppi di preghiera in visita alle famiglie e agli ammalati: Volantino

Momenti di preghiera nelle parrocchie e nelle comunità che hanno aderito all'iniziativa: Volantino

Collegati alla nostra pagina Facebook