I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

15 marzo

Carlo Lwanga e compagni Carlo Lwanga nasce a Bugunda in Uganda il primo gennaio 1860; era il capo dei paggi della corte del re di Buganda Mwanga II. Fu ucciso nel 1886 durante le persecuzioni anticristiane nel suo paese, particolarmente per essersi rifiutato di accondiscendere ai desideri omosessuali del re. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica ed è il più famoso dei Martiri dell'Uganda. Nel 1934 Carlo Lwanga è stato designato da Papa Pio XI patrono della gioventù dell’Africa cristiana.ed...

Continua a leggere

14 marzo

Carlo Lwanga e compagni Tra il 1885 e il 1887, in Uganda i cristiani subirono una violenta persecuzione. Le vittime furono un centinaio. Tra loro Carlo, domestico del re Muanga dell'antico regno indipendente del Buganda, bruciato vivo insieme a dodici compagni il 3 giugno 1886. Carlo Lwanga, capo dei paggi reali, era stato battezzato durante l'evangelizzazione attuata dai Padri Bianchi, fondati dal cardinale Lavigerie. Inizialmente la loro opera, avviata nel 1879, venne ben accolta dal re Mutesa...

Continua a leggere

13 marzo

Isidoro Bakanja Nato tra il 1880 e il 1890 a Bokendela (Congo), nella tribù dei Boangi. Fin da ragazzo, per vivere fu costretto a lavorare come muratore o nei campi. Si convertì al cristianesimo nel 1906. Mentre lavorava alle dipendenze dei colonizzatori in una piantagione di Ikili, dal padrone gli venne proibito di cristianizzare i suoi compagni di lavoro. Il 22 aprile 1909 il sovrintendente della fattoria, dopo avergli strappato lo Scapolare del Carmine, che Isidoro portava come espressione...

Continua a leggere

12 marzo

Vittoria Rasoamanarivo Vittoria Rasoamanarivo, nacque nel 1848 a Tananarive in Madagascar, in una delle più potenti famiglie dell'isola. Seguì in gioventù la religione idolatrica dei suoi antenati. Ma quando nel Madagascar giunsero alcuni missionari gesuiti francesi, si iscrisse nella scuola della missione e si fece battezzare con il nome di Vittoria, nonostante le resistenze della famiglia. Divenuta principessa, fu data in sposa ad un alto ufficiale dell'esercito, schiavo dell'alcol e delle...

Continua a leggere

11 marzo

San Vittore il Moro Vittore il Moro, o anche Mauro ("della Mauretania") (Mauretania, III secolo – Lodi Vecchio, 303), è stato un soldato romano di stanza a Milano all'epoca di Massimiano, che subì il martirio per la fede cristiana come gli altri martiri Nabore e Felice. La Chiesa cattolica lo venera come santo. La sua vita e il suo martirio vengono descritti da Ambrogio da Milano, in particolare nell'inno Victor, Nabor, Felix pii. Quando Massimiano diede avvio ad una delle ultime persecuzioni,...

Continua a leggere

10 marzo

Santa Sincletica Santa Sincletica (Alessandria d'Egitto, intorno al 266[ – intorno al 350) fu un'eremita del IV secolo, considerata una delle madri del deserto; è venerata come santa dalla Chiesa cattolica romana, dalla Chiesa cattolica orientale e dalla Chiesa ortodossa, che la commemorano il giorno 5 gennaio. Secondo la tradizione, Sincletica (in greco antico Συνκλητικα, Synkletica, da συνκλητος, synkletos, "chiamato assieme") era figlia di genitori facoltosi, ed era molto bella; fin da giovane...

Continua a leggere

9 marzo

San Maurizio San Maurizio, noto anche come Moritz, Morris, Maurice, Mauricio o - in latino - Mauritius (Tebe, ... – Agaunum, 287 circa), è stato un militare romano, venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Secondo le agiografie, sarebbe stato un generale dell'Impero romano, a capo della leggendaria Legione tebana egizio-romana, operante nella Mesopotamia nel corso del III secolo e successivamente, nel 300, trasferita nell'Europa centrale romana, a Colonia ed a nord delle Alpi. In seguito al...

Continua a leggere