I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

12 maggio

L'apparizione della Madonna di La Salette

Il 19 settembre 1846, circa alle tre del pomeriggio, la Santa Vergine apparve su una montagna vicina al villaggio di La Salette-Fallavaux a due ragazzi, una pastorella di quindici anni di nome Mélanie Calvat e un giovane pastore di undici anni di nome Maximin Giraud, mentre questi stavano pascolando le mucche. Secondo il loro racconto, inizialmente videro una bella signora immersa in una luce risplendente, vestita in una foggia straniera e seduta su una roccia, in lacrime e con la testa fra le mani, nel luogo chiamato ravin de la Sezia. Successivamente la signora si alza e affida loro un messaggio diretto all'intera umanità e quindi da diffondere universalmente. Dopo essersi lamentata per le empietà e i peccati degli uomini, che comportano l'eterno allontanamento da Dio e quindi l'inferno se avessero perseverato nel male, la signora annuncia il perdono per chi si converte. Successivamente comunica a ciascuno dei due fanciulli un segreto, prima di scomparire nel cielo, al di sopra del Mont-sous-les-Baisses.

Ricordati
o Nostra Signora de La Salette
delle lacrime che hai versato per noi sul Calvario.
Ricordati
anche della continua sollecitudine
che hai per noi, tuo popolo,
affinché nel nome di Cristo Gesù
ci lasciamo riconciliare con Dio.
Dopo aver fatto tanto per noi tuoi figli,
Tu non puoi abbandonarci.
Confortati dalla tua tenerezza,
o Madre,
noi Ti supplichiamo,
malgrado le nostre infedeltà e ingratitudini.
Accogli le nostre preghiere,
o Vergine Riconciliatrice,
e converti i nostri cuori al tuo Figlio.
Ottienici la Grazia
di amare Gesù sopra ogni cosa
e di consolare anche Te
con una vita dedicata alla gloria di Dio
e all’amore dei nostri fratelli.
Amen