I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

26 maggio

San Simone da Lipnica

Lipnica Murowana, 1435 – Cracovia, 1482

Simone, francescano polacco, abbracciò con generosità la vita umile e povera dei Frati Minori, giungendo al sacerdozio intorno al 1460. Successivamente, si stabilì a Stradom (Cracovia), dedicandosi instancabilmente alla predicazione, con parola limpida, piena di ardore, di fede, e di sapienza, che lasciava intravedere la sua profonda unione con Dio e lo studio prolungato della Sacra Scrittura.
Ebbe modo di poter soddisfare l’intimo desiderio di visitare le tombe degli Apostoli a Roma, e prolungare poi il pellegrinaggio in Terra Santa. Visse questa esperienza in spirito di penitenza, da vero amante della passione di Cristo, con la nascosta aspirazione di versare il proprio sangue per la salvezza delle anime, se così fosse piaciuto a Dio. Emulo di San Francesco nel suo amore per i Luoghi santi, nell’eventualità di essere catturato dagli infedeli, prima di intraprendere il viaggio volle imparare a memoria la regola dell’Ordine « per averla sempre davanti agli occhi della mente »L’amore di Simone per i fratelli si manifestò in maniera straordinaria nell’ ultimo anno della sua vita, quando scoppiò a Cracovia una epidemia di peste. Fr. Simone, ritenne quello un “tempo propizio” per esercitare la carità e per portare a compimento l’offerta della propria vita. Ovunque passò confortando, recando soccorso, amministrando i sacramenti, e annunciando la consolante Parola di Dio ai moribondi. Presto fu contagiato. Sopportò con straordinaria pazienza le sofferenze della malattia e, prossimo alla fine, espresse il desiderio di essere sepolto sotto la soglia della chiesa, perché tutti potessero calpestarlo. Nel sesto giorno di malattia, il 18 luglio 1482, senza temere la morte e con gli occhi fissi sulla Croce, rese l'anima a Dio. Benedetto XVI lo ha canonizzato il 3 giugno 2007.

O Padre, che nell’amore verso te e i fratelli
hai compendiato i tuoi comandamenti,
fa’ che a imitazione di san Simone
dedichiamo la nostra vita a servizio del prossimo,
per essere da te benedetti nel regno dei cieli.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli.